Possiamo fare senza amici?

Dicono l’amicizia come un diamante. È raro, è costoso, ma ci sono molti falsi. Ma se siamo in grado di fare, in linea di principio, a meno degli amici? Forse un prete o un collega è abbastanza adatto come alternativa? Ci occupiamo della psicologa pratica Elina Tarutina.

Si ritiene che possiamo essere allo stesso tempo essere amici di un numero limitato di persone: se ci sono più di cinque amici, queste relazioni possono essere chiamate superficiali – anche l’estroverso più inveterato non sarà sufficiente per di più

www.kamagrasenzaricetta.com/

. Tuttavia, il più delle volte è solo l’amico più vicino. Secondo Sociological Studies, un’azienda in cui sono presenti più di cinque persone, nel processo di comunicazione inizia a dividersi in coppie: ecco come è organizzato la nostra psiche.

Oggi un amico non è più noto nei guai. Questa frase era più rilevante ai tempi delle guerre mondiali e delle crociate, quando in una situazione difficile sul comportamento di chi è nelle vicinanze, la vita dipendeva. Ora un amico è noto in gioia. Non si invidia mai e si rallegra sempre se la sua amata è caduta improvvisamente dal confine o è riuscito a sollevarsi la scala della carriera.

Se un amico ha ingannato la tua fiducia, allora questo può avere molto tempo per avere una caccia per avere tali connessioni. Quando una persona fa male, si chiude in se stesso. Crea proiezioni, iniziando a sospettare il possibile tradimento di tutti coloro che stanno cercando di avvicinarsi a lui. Chiudere in te stesso dopo quello che è successo non è la via migliore. Se ne ho tradito uno, allora non è affatto necessario che gli altri tradiscano.

L’essenza dell’amicizia risiede in un’interazione diversa e più profonda con una persona. E tale connessione è nell’area irrazionale della coscienza

Per alleviare lo stress dal trauma psicologico, puoi parlare con genitori o parenti stretti: quando parliamo di una situazione spiacevole, lo archiviamo e lo elaboriamo con il nostro subconscio. A poco a poco, l’intensità delle passioni si attenua e c’è il desiderio di vivere. Ed è meglio sigillare le lesioni a uno psicologo può aiutare.

Le persone sono creature sociali. Solo qualcuno ha bisogno di uno stormo condizionale di soci meno e qualcuno vuole comunicare quotidianamente con persone diverse. Sacerdoti, psicologi o colleghi non possono sostituire completamente gli amici degli amici. L’amicizia è un’interazione stabile basata sulla fiducia e sul rispetto reciproco, nonché sugli interessi comuni. Le relazioni con uno psicologo o uno sacerdote non possono accogliere tutti gli aspetti dell’amicizia. Ad esempio, un cliente e uno psicologo potrebbero non avere hobby comuni. Inoltre, questo psicologo aiuta il cliente, e non viceversa: il supporto viene effettuato in modalità unway.

Pertanto, per una relazione a tutti gli effetti, è ancora necessario un amico. Ma una persona adulta e capace per imporre l’amicizia è quasi impossibile. Ci sono tecniche che consentono a una persona di “promuovere” il servizio, oltre ad aiutare una persona a se stesso, ma non più (per questo è sufficiente leggere Dale Carnegie e autori simili). L’essenza dell’amicizia risiede in un’interazione diversa e più profonda con una persona. E una tale connessione, come l’amore, è nell’area irrazionale della coscienza.


Posted

in

by

Tags:

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *